Risparmiati per noi

 

Seguire le tracce dei lupi nel Parco del Marguareis dona un senso di febbrile avventura. Nei romanzi di Jack London qualche volta finisce male, mentre qui no, qui fila sempre tutto liscio. Paura dei lupi? Nessun problema, ce n’è per tutti i gusti: caprioli, camosci, cervi, cinghiali, aquile, gufi, civette, persino animali di origine artica come l’ermellino, la pernice bianca e l’enigmatica ‘lepre variabile’. Esplorare le Alpi Marittime era una delle attività predilette da Vittorio Emanuele II, che infatti vi volle istituire la Riserva Reale di Casa Savoia, traboccante di selvaggina, punteggiata di fonti termali e  incastonata in una cornice montuosa di rara bellezza. Bontà sua, non ce ne lamentiamo.

 

Ma non finisce qui. Basta scuotere il caleidoscopio ed ecco che il sistema dei Parchi del Piemonte ci regala un’altra perla: si tratta del Parco del Po, che si estende a perdita d’occhio dagli impeti del Monviso fino alla quiete delle pianure. Non solo impreviste città-scrigno o musei da cui farsi sbattere fuori oltre l’orario di chiusura, ma anche immense oasi verdi in cui rilassarsi o fare sport, contemplare fiori e incrociare animali più saggi di noi. La parola ‘parco’ viene dal latino parcĕre, risparmiare, contenersi, e ci ricorda trattarsi di territori tanto straordinari da dover essere protetti, ‘risparmiati’. Risparmiati per chi? Risparmiati per noi.

Dove soggiornare
Soggiorno Reale Terre Autentiche Tavole Regali Mestieri E Prodotti Reali
 
ParchiParchi