Richiedi Info vai al dettaglio

La città di Savigliano incarna la quintessenza dell’Art de vivre, un luogo in cui la Storia dà brio ai piaceri quotidiani. 
Visitare Savigliano vuol dire scoprire le grandi opere del Rinascimento e del Manierismo locali, perdersi nell'atmosfera medievale dei vicoli del centro, ammirare facciate e cortili di aristocratici palazzi, imbattersi nelle piazze ora immense, ora raccolte e intime. 

E ancora: godere le tavole dei rinomati ristoranti, dopo l’aperitivo in uno dei tanti bar o pasticcerie della città, sotto i portici spesso animati da spettacoli teatrali e musicali.

Per conoscere davvero le sue mille anime, è necessario vivere Savigliano nei momenti di festa che portano in piazza il meglio della produzione locale.
Si inizia a metà marzo con la "Fiera nazionale della meccanizzazione agricola" esposizione di macchinari e attrezzature agricole, con espositori provenienti da tutta la penisola, in abbinamento con la "Fiera di Primavera" per le vie e le piazze del centro cittadino.

A maggio c'è QuintEssenza che celebra le erbe officinali, aromatiche e le spezie, insieme alla "magia” di antichi sapori, aromi e profumi.

Produzione locale e tradizione si incontrano nuovamente, ad anni alterni a fine settembre, com "Madama la Piemonteisa" omaggio alla carne bovina di razza piemontese accompagnata, nel piatto omonimo, dalla salsa del ricettario della famiglia Santa Rosa di Savigliano; e nella "Festa Internazionale del pane" che accoglie delegazioni da tutta Italia e dall'estero in tre giorni di degustazioni, laboratori multisensoriali, convegni e spettacoli per promuovere la "cultura del pane". 

Una novità nel settembre 2015 ha arricchito la vita cittadina con l'arrivo del MÚSES: ACCADEMIA EUROPEA DELLE ESSENZE presso Palazzo Taffini d'Acceglio, dedicato ai profumi e alle essenze del territorio.


Video:

 

Pane all'alva: il sapore della storia

 










 
LuoghiLuoghi