Richiedi Info vai al dettaglio
Ogni pianfeise conosce un'antica e bucolica filastrocca dialettale che parla di un paese boschivo, ricco di funghi, abbondanti persino sotto i meli!
La" piana dei faggi", molto probabilmente all'origine del nome, oggi è una fertile e coltivata pianura confinante con i boschi. 

Paese dall'anima contadina, Pianfei in tempi recenti ha saputo sviluppare attività artigianali e industriali che hanno favorito la crescita del paese e di numerose attività imprenditoriali. 
 
La vita pianfeiese si anima particolarmente d’estate, grazie ad un'operosa Proloco: a luglio i festeggiamenti si aprono con la festa della birra e proseguono ad Agosto con la festa di San Magno dedicata al Patrono del paese. 

A Natale la visita al presepe meccanico allestito nella Confraternita di San Michele Arcangelo, nota come Crusà, è un appuntamento fisso da circa un ventennio. Il Presepe in Crusà è stato allestito dal gruppo dei giovani del paese e ricopre una superficie di circa 30 metri quadri.

La via principale del paese, che permette di ammirare un panorama stupendo sulla pianura circostante e sulla catena alpina, è dedicata al pittore Giuseppe Sacheri, genovese per nascita, ma pianfeiese di adozione. Nella casa, su questa via, visse fino al 1950. 







 
LuoghiLuoghiLuoghi