Poli sensoriali

Conoscere un luogo attraverso l'arte e la cultura è un modo prezioso per entrare in contatto con il suo passato. Ma perchè fermarsi a questo? La nuova fruizione dei beni culturali gioca con i sensi del visitatore, prendendolo letteralmente per il naso, e accompagnandolo in un percorso fatto di profumi e sapori che danno nuova vita a castelli e palazzi storici.

Questa possibilità sta prendendo concretezza nei Poli tecno-sensoriali voluti da Terre dei Savoia per abbinare la scoperta di un bene culturale, all’incontro con le produzioni locali e le imprese artigianali d’eccellenza dei territori.



il MÚSES: ACCADEMIA EUROPEA DELLE ESSENZE di Savigliano, è un luogo in cui viaggiare con i sensi grazie a laboratori didattici, installazioni artistiche-sensoriali e spazi d’interazione dedicati alla storia e alla tecnologia del profumo.

Il MÚSES si sviluppa su due piani e nella corte d’onore a piano terreno di Palazzo Taffini d’Acceglio, un edificio rappresentativo, per pregi architettonici e decorazioni, dell’ambiente sabaudo saviglianese sei-settecentesco. Il complesso inaugura sabato 26 settembre ed è aperto al pubblico a partire da domenica 27 settembre 2015.. 
 
Il MÚSES è un luogo per apprendere che coinvolge i visitatori in un affascinante percorso espositivo attraverso i segreti delle essenze nei secoli, tra storia, tecnologia e conoscenza del ben-essere, e li invita ad interagire con le opere sensoriali di artisti internazionali contemporanei, provenienti da Italia, Giappone, Slovenia, Germania, che hanno interpretato con opere site-specific il territorio  piemontese, ricco di tradizione e tra i primi nella produzione di erbe officinali ed aromatiche.

Il MÚSES: ACCADEMIA EUROPEA DELLE ESSENZE nasce nell’ambito di progettualità europee dell’Associazione Le Terre dei Savoia, che ha ideato e realizzato l’allestimento supportata dalle competenze specifiche, collaborazioni e prestiti nazionali ed internazionali. Il MÚSES rende omaggio alla tradizione accademica e produttiva specifica del luogo, rappresentata dalla stretta collaborazione con l’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco di Torino e DISAFA – Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali ed Alimentari; si avvale inoltre dell’importante apporto della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano, del Comune e dell’Ente Manifestazioni di Savigliano e del contributo delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino e Cassa di Risparmio di Fossano, che hanno fortemente sostenuto il progetto fin dalla sua nascita. 
 
A partire dal mese di ottobre un ricco calendario di workshop individuali, per famiglie, per bambini e per gruppi si svolgono nell'aula polifunzionale, composta da postazioni multimediali tra le più innovative in Italia per qualità tecniche e prestazioni nell’analisi sensoriale. Ogni settimana laboratori in cui imparare a riconoscere le essenze, a creare un profumo personalizzato, un unguento o un cosmetico naturale ma anche a scoprire il valore delle filiere produttive alimentari locali.

Programma e attività www.musesweb.it



La rete dei poli sensoriali è strettamente collegato al progetto "Essenza del territorio" che ha realizzato:

• 15 naggio 2015 inaugurazione e apertura al pubblico del Giardino delle Peonie presso il Castello Reale di Racconigi

• 6 giugno 2015 inaugurazione e apertura al pubblico dell’Orto Romano ricreato presso Cascina Ellena a Benevagienna.

• 27 giugno 2015 inaugurazione del Giardino didattico delle essenze nel Castello di Lagnasco.

 
Poli sensorialiPoli sensorialiPoli sensorialiPoli sensoriali